fbpx

Conflitto Russia-Ucraina: ANAP e ANCOS contro la guerra

2 Marzo 2022

 

Mentre si attendono gli esiti dei negoziati tra Ucraina e Russia previsti per oggi, dopo una nuova nottata di conflitto, l’auspicio di ANAP, l’Associazione Nazionale Anziani e Pensionati di Confartigianato Persone è che si torni al più presto alla pace. Grande è la preoccupazione per la popolazione ucraina coinvolta che vive da giorni in città trasformate in campi di battaglia, costantemente in pericolo e costretta a cercare riparo nei rifugi sotterranei. I più deboli sono gli anziani, i bambini e le donne, lasciate sole dai loro uomini chiamati alle armi anche senza nessuna esperienza. Ci sono già troppe vittime anche tra i civili ed è importante che si possa tornare quanto prima ad una situazione di stabilità e di democrazia oltre che di sicurezza per le popolazioni coinvolte. “La guerra deve finire al più presto” ha dichiarato il Presidente Celaschi “ e ci auguriamo che il cessate il fuoco in Ucraina sia dichiarato quanto prima. Molti dei nostri associati hanno conosciuto la guerra da vicino e sappiamo bene che in nessun modo può essere una soluzione alle controversie. Il pensiero di ANAP è rivolto alle popolazioni e in particolare ai più fragili, destinati a pagare il prezzo più alto: chiediamo alla comunità internazionale che tutti si mobilitino per le soluzioni diplomatiche e per aiuti concreti e immediati”. L’Associazione si sta mobilitando sul territorio nazionale per iniziative di solidarietà al popolo ucraino.

ANCoS, associazione di promozione sociale di Confartigianato esprime forte preoccupazione per le sorti del popolo Ucraino. “Questo nuovo sanguinoso conflitto ci rammarica e rattrista. È una delle pagine più buie della storia dell’Europa degli ultimi 20 anni – ha dichiarato il presidente Enrico Inferrera– nell’odierna riunione de consiglio direttivo nazionale. L’uso della forza militare contro civili inermi è inaccettabile e speriamo vivamente che al più presto prevalga la ragione e il buon senso, e si inneschi un processo di pace, favorendo alle armi una risoluzione diplomatica”. ANCoS, “condanna e ripudia la guerra in ogni sua forma” così come espresso nell’articolo 11 della nostra Costituzione ed è vicina a tutti i giovani Ucraini che in questo momento soffrono. La vicinanza della nostra Associazione - ha aggiunto il vice presidente Renato Rolla– si concretizzerà nel breve attraverso iniziative di solidarietà sociali a sostegno del popolo ucraino. Le violenze in corso stanno provocando sofferenze immani alla popolazione civile, nonché al mondo del volontariato e dello sport. ANCoS valuterà le possibili azioni che potranno essere intraprese a sostegno delle famiglie e ai bambini dell’Ucraina.

PER MAGGIORI INFORMAZIONI

Per cogliere questa opportunità, o richiedere maggiori informazioni, è sufficiente compilare questo modulo e sarete ricontattati.



Grazie! Il tuo messaggio è stato inviato con successo!
Impossibile inviare il messaggio, riprovare più tardi. Se il problema persiste segnalaci il problema.