fbpx

Campagna vaccinale aziendale anti COVID-19

14 Giugno 2021

Si porta a conoscenza delle imprese iscritte a SAN.ARTI che è stato predisposto un piano vaccinale dal Fondo Sanarti rivolto a titolari e lavoratori delle imprese aderenti e che offre anche coperture assicurative a fronte di eventi avversi conseguenti la somministrazione del vaccino.

In allegato tutte le informazioni nel dettaglio e le modalità per prenotarsi. Il Fondo Sanarti (Fondo sanitario della bilateralità dell'artigianato) si è attivato a fronte della necessità per le aziende che volevano provvedere in proprio alla vaccinazione dei lavoratori, di garantire almeno mille vaccinazioni a settimana, richiesta pervenuta dagli organizzatori degli HUB vaccinali (nazionali e regionali).

Le piccole imprese evidentemente non riescono a rispondere a queste richieste numeriche e quindi Sanarti ha fatto una convenzione nazionale per dare una risposta alle imprese.

Allo stato attuale in Toscana la convenzione con Sanarti riguarda solo Villa Ragioneri a Sesto Fiorentino ma probabilmente nei prossimi giorni/mesi saranno attivati altri Hub con accesso dalla piattaforma Sanarti.

Per essere sempre aggiornati vi consigliamo di iscrivervi alla piattaforma Sanarti indicando nella parte anagrafica la vostra mail.

 

Per eventuali chiarimenti e informazioni potete contattare Silvia Marengo e Lucia Battistini Ufficio Sicurezza ai seguenti numeri 0573/937871/937884.

BANDO ISI 2020

24 Maggio 2021

Il bando prevede finanziamenti a fondo perduto per le aziende che investono in sicurezza e prevenzione nei luoghi di lavoro. Il bando ha modalità analoghe a quelle degli altri anni con qualche differenza apportata da modifiche legislative.

 Finalità: Il bando Inail ha l’obiettivo di incentivare le imprese a realizzare progetti per il miglioramento documentato delle condizioni di salute e di sicurezza dei lavoratori rispetto alle condizioni preesistenti.

Sono destinatari dei finanziamenti: Tutte le imprese, anche individuali, ubicate su tutto il territorio nazionale iscritte alla Camera di commercio industria, artigianato ed agricoltura e gli Enti del terzo settore, ad esclusione delle micro e piccole imprese agricole operanti nel settore della produzione primaria dei prodotti agricoli; queste ultime destinatarie dell’iniziativa ISI agricoltura 2019-2020, pubblicata il 6 luglio 2020.

 Progetti ammessi a finanziamento:

 Sono finanziabili le seguenti tipologie di progetto ricomprese in 4 Assi di finanziamento:  

  • Progetti di investimento e Progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale - Asse di finanziamento 1 (sub Assi 1.1 e 1.2)
  • Progetti per la riduzione del rischio da movimentazione manuale di carichi (MMC) - Asse di finanziamento 2
  • Progetti di bonifica da materiali contenenti amianto - Asse di finanziamento 3
  • Progetti per micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività - Asse di finanziamento 4 (Aziende del settore della pesca e falegnamerie)

 

Risorse finanziarie destinate ai finanziamenti: 

Il finanziamento, in conto capitale, è calcolato sulle spese ritenute ammissibili al netto dell’IVA, come nella tabella di seguito riportata.

Tipologia di intervento

Quota di finanziamento

Quota spese di progettazione

Minimo e massimo erogato

Assi 1- 2-3

65% delle spese ammissibili

Max 10% delle spese finanziate

Da 5.000 € a 130.000 €

Asse 4 (falegnamerie) *

65% delle spese ammissibili

Max 10% delle spese finanziate

Da 2.000 € a 50.000 €

 

 

 

 

 

 

 

 

 
* sono possibili più interventi di prevenzione

 

Modalità e tempistiche di presentazione della domanda:

 

La domanda compilata e registrata, esclusivamente, in modalità telematica, dovrà essere inoltrata allo sportello informatico per l’acquisizione dell’ordine cronologico

Calendario scadenze Isi 2020

 

Apertura della procedura informatica per la compilazione della domanda

1 giugno 2021

Chiusura della procedura informatica per la compilazione della domanda

15 luglio 2021 entro le ore 18:00

Download codici identificativi

Dal 20 luglio 2021

Regole tecniche per l'inoltro della domanda online e date dell'apertura dello sportello informatico

Entro la chiusura della procedura informatica sarà fornita indicazione della data di pubblicazione delle regole tecniche per il click day

Pubblicazione elenchi cronologici provvisori

Entro 14 giorni dall'apertura dello sportello informatico

Upload della documentazione
(efficace nei confronti degli ammessi agli elenchi pena la decadenza della domanda)

Periodo di apertura della procedura comunicato con la pubblicazione degli elenchi cronologici

Pubblicazione degli elenchi cronologici definitivi

Alla data comunicata contestualmente alla pubblicazione degli elenchi cronologici provvisori.

 

Per informazioni e chiarimenti potete contattare il nostro ufficio sicurezza previo appuntamento Silvia Marengo 0573937871

Per informazioni https://www.inail.it/cs/internet/attivita/prevenzione-e-sicurezza/agevolazioni-e-finanziamenti/incentivi-alle-imprese/bando-isi-2020.html

Novità in materia ambientale: TARI

19 Aprile 2021

Nel corso del 2020 e recentemente con la circolare del ministero della transizione ecologica del 12 aprile 2021 sono state modificati alcuni importanti articoli del D.Lgs 152/2006 per adeguarli alle normative europee.

Leggi tutto...

RICHIESTA ESENZIONE TARI PER CONFERIMENTO RIFIUTI URBANI PRODOTTI DA ATTIVITA’ NON DOMESTICHE E AVVIATI AL RECUPERO.

29 Aprile 2021

La regione Toscana ha normato la possibilità di chiedere l’esenzione per chi avvia i rifiuti urbani a recupero con la LEGGE REGIONALE 14 DEL 16 APRILE 2021 ENTRATA IN VIGORE IL 23 APRILE 2021.

La Regione Toscana ha normato la possibilità per le utenze non domestiche di conferire i rifiuti Urbani avviandoli al recupero al di fuori del circuito della privativa comunale. Si ricorda a tutti che il presupposto è che i rifiuti siano delle stesse tipologie riportate nella tabella allegata e siano avviati a recupero. Queste le scadenze e gli obblighi per chi decide di affidare il servizio ad aziende esterne:

  • Comunicazione entro il 31 maggio (di ciascun anno) oppure nel caso in cui tale termine non sia previsto nella legge di conversione (del DL 41/2021) entro il 30 giugno di voler conferire i propri rifiuti urbani al di fuori del servizio pubblico e avviarli a recupero;
  • La comunicazione deve essere fatta al Comune e all’azienda di affidataria del servizio di smaltimento rifiuti (ad es. Comune di Pistoia e Alia);
  • Alla comunicazione è allegato l’accordo contrattuale con il soggetto che effettua l’attività di recupero;
  • Nella richiesta devono essere indicati i codici dei rifiuti avviati a recupero e i quantitativi stimati sull’anno precedente.

Nel caso l’azienda non fosse in possesso di contratto di affidamento è necessario farsi rilasciare una dichiarazione equivalente (infatti non si parla di contratto ma di accordo contrattuale).

Lo scorporo della tassa avverrà con decorrenza 1 Gennaio 2022. Nel caso in cui l’azienda intenda far valere la riduzione già dal 2021 è possibile inviando la suddetta comunicazione entro il 22 maggio2021. La comunicazione avrà durata per cinque anni. Attualmente è previsto un rinnovo della stessa annuale. Confartigianato ha chiesto che questo obbligo sia escluso con la legge di conversione. Ve ne daremo comunicazione in caso di modifiche con tempestività. Chi decide di avvalersi di questa facoltà dovrà altresì comunicare ogni anno entro il 1 febbraio la quantità di rifiuti effettivamente avviata a recupero allegando anche la documentazione comprovante l’effettivo conferimento. Chi volesse interrompere questa attività prima dei cinque anni potrà farne richiesta sempre il 31 maggio o 30 giugno al Comune e al gestore del servizio che dovrà rispondere entro 30 giorni. In caso di mancata risposta l’istanza si intenderà accolta.

I nostri uffici sono a disposizione per fornire indicazioni e chiarimenti. L'ufficio Ambiente di Confartigianato Pistoia è disponibile a presentare la modulistica con uno sconto per i soci del 20%.

Per informazioni Ufficio Ambiente Federica Ferri tel0573/937.882 email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

Sfalci e potature: le novità del D.Lgs.116/2020, classificazione rifiuti

9 Marzo 2021

Il D.Lgs.116/2020, entrato in vigore il 01/01/2021, ha modificato profondamente le norme sulla classificazione dei rifiuti interessando anche il settore degli sfalci e potature.

Leggi tutto...