fbpx

Novità sanzioni sicurezza: modifiche al Decreto 81/2008

27 Ottobre 2021

Con la pubblicazione in gazzetta ufficiale del decreto-legge 146 del 21 ottobre 2021 sono operative le modifiche apportate al Decreto 81/2008 (La norma quadro in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro).

Qui di seguito le principali novità:

  • Estensione dell’attività di vigilanza su TUTTI I LUOGHI DI LAVORO all’Ispettorato nazionale del lavoro: e non più solo all’attività dell’edilizia, lavori in sotterraneo, lavori in subacqueo a cui era limitato fino ad ora;
  • Abbassamento soglia lavoratori in nero al 10% ai fini della sospensione dell’attività d’impresa: la soglia fino ad ora era del 20%;
  • Possibilità di sospensione delle attività in caso di “gravi violazioni” riportate in allegato 1: a titolo esemplificativo si elencano alcune tipologie di violazioni che possono far scattare la sospensione delle attività: “La mancata elaborazione del documento di valutazione dei rischi”; “Mancata elaborazione del piano di emergenza e di evacuazione”; “Mancata formazione e addestramento” (in materia di sicurezza); Mancata nomina del RSPP; Mancata elaborazione del POS; e “Omessa vigilanza in ordine alla rimozione o modifica dei dispositivi    di sicurezza o di segnalazione o di controllo”. L’elenco completo è riportato in allegato. 
  • I provvedimenti di sospensione delle attività sono adottati immediatamente nel caso in cui l’accertamento sia effettuato dagli ispettori del lavoro e/o degli ispettori delle Asl e entro sette giorni su segnalazione di altre amministrazioni: in ogni caso, da una prima lettura   viene meno il requisito della reiterazione ai fini della comminazione della sospensione delle attività. Basterebbe cioè una singola violazione anche solo formale per vedersi sospesa l’attività. 
  •  Sono inserite sanzioni aggiuntive rispetto a quelle già previste dal D. Lgs. 81/2008, dal codice civile e penale: E’ importante conoscere quali saranno d’ora in poi i meccanismi di irrogazione delle sanzioni. 
  • In caso di sospensione dell’attività c’è l’impossibilità di contrattare con la pubblica amministrazione finché dura la sospensione.

 

Scarica le slides del nostro ufficio Ambiente e Sicurezza

Vista l’importanza dei temi e le ricadute in termini di sanzioni vi invitiamo a leggere con attenzione il materiale predisposto dalla nostra responsabile del servizio ambiente e sicurezza Silvia Marengo 0573/937871 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Per maggiori informazioni

Per cogliere questa opportunità, o richiedere maggiori informazioni, è sufficiente compilare questo modulo e sarete ricontattati.



Grazie! Il tuo messaggio è stato inviato con successo!
Impossibile inviare il messaggio. Si prega di correggere gli errori e riprovare a inviare.