Anap Confartigianato, Angiolo Galletti riconfermato alla presidenza regionale

FIRENZE – 21mila associati nelle 10 province toscane.

Questi i numeri di Anap, l’Associazione nazionale anziani e pensionati della Confartigianato toscana che ha rinnovato i propri organi regionali riconfermando alla guida del sodalizio, per altri quattro anni, il presidente uscente Angiolo Galletti; Galletti sarà affiancato da due vice presidente: Renato Amorosi e Claudio Bonfanti e dal coordinatore Stefano Tosi, anch’egli riconfermato nel ruolo.

Anap, costituita all’interno della Confartigianato, quale libera organizzazione di categoria, non ha finalità di lucro e si propone di rappresentare, tutelare e difendere gli anziani ed i pensionati. Consapevole che, dietro ogni attività imprenditoriale ma non solo, vi sono persone e famiglie che necessitano attenzione, supporto e servizi primari.

Da tempo, obiettivo principale dell’Anap è garantire a tutti i cittadini anziani pensionati, senza limitazioni di sesso, età, etnia, e condizione sociale, lo sviluppo della propria personalità attraverso la giusta soddisfazione, sia a livello individuale che collettivo, dei bisogni morali, intellettuali nonché materiali.

“Il nostro impegno a favore degli iscritti - ha dichiarato Galletti -, sarà ancora più incisivo. Nel primo mandato abbiano gettato le basi affinché Anap conquistasse visibilità e credito nei territori. Orgogliosamente oggi, in ogni provincia, rappresentiamo una realtà importante e questo ci permette di avere, nei vari livelli della contrattazione, voce e peso. Nostro compito è quello di offrire ad ogni iscritto e alla relativa famiglia non solo attenzione, ma servizi che aiutino concretamente ad affrontare le necessità del quotidiano. Nei prossimi quattro anni è nostro obiettivo potenziare la rete territoriale dei servizi, ma anche essere interlocutori a livello regionale nei settori chiave come quello sanitario. Il recente accordo sottoscritto con Anci va in questa direzione. Rappresentiamo i pensionati, quella categoria alla quale tutti hanno sempre chiesto e poco dato, sia in termini economici sia di servizi. Nostro obiettivo è di invertire questa rotta e far sì che la categoria, sempre più numerosa, abbia quei diritti che le aspettano e che non continui ad essere solo l’ammortizzatore sociale al quale tutti, chi per un vero chi per un altro, ricorre”.

SFOGLIA ON LINE

GUIDA ALLE CONVENZIONI 2019

CARTA SERVIZI

ESPORTIAMO

banca del monte di lucca