Antennisti, verso lo swicht-off della banda 700 Mhz

 

ROMA – L’Agcom (Agenzia per le comunicazioni) ha definito il piano nazionale di assegnazione delle frequenze (Pnaf) per il servizio televisivo digitale terrestre (delibera n. 290/18/Cons).

Il provvedimento definisce 18 aree tecniche come da tabella e riporta la lista dei canali che potranno essere utilizzati dopo il passaggio delle frequenze nella banda 700MHz ai servizi 5G.
La pianificazione a livello nazionale prevede:
10 reti per il trasporto dei contenuti nazionali in banda UHF;

4 reti per il trasporto dei contenuti in ambito locale in banda UHF in ciascuna area tecnica (5 reti locali nelle aree tecniche 3 e 13;

1 rete a decomponibilità regionale in banda III VHF.

Inoltre sono state identificate le diverse frequenze per la diffusione nei territori di confine e per la diffusione locale.

L’argomento sarà approfondito nei prossimi mesi, nel frattempo il direttivo antennisti-elettronici (la cui riunione è fissata al 15 ottobre prossimo nella sede nazionale a Roma), sta predisponendo iniziative finalizzate ad informare i colleghi attraverso le varie territoriali sugli sviluppi e sulle ricadute che tale passaggio avrà sugli impianti d’antenna.


SFOGLIA ON LINE

 

CARTA SERVIZI 2016

ESPORTIAMO

banca del monte di lucca