Fluorurati a effetto serra, via libera del Consiglio di stato al decreto

 

PISTOIA - A distanza di quattro mesi, il Consiglio di stato ha emesso un nuovo parere sullo schema di decreto del Presidente della repubblica concernente regolamento di esecuzione del regolamento (UE) n. 517/2014 sui gas fluorurati a effetto serra e che abroga il regolamento (CE) N. 842/2006.

Si tratta del parere 02190 (https://www.giustizia-amministrativa.it/cdsintra/cdsintra/AmministrazionePortale/DocumentViewer/index.html?ddocname=33NW5YE44LU5G64S462M7IOI2U&q=) del 13 settembre scorso.

Questa volta il parere è favorevole con raccomandazioni e prescrizioni. Tra queste segnaliamo che il Consiglio di stato ha ricordato l’urgenza della nuova disciplina sanzionatoria (che dovrà necessariamente sostituire il precedente D. Lgs. n. 26/2013 attualmente in vigore), in mancanza della quale l’effettività delle nuove regole sarebbe vanificata.

Lo schema di decreto era stato licenziato in esame preliminare dal Consiglio dei ministri lo scorso 16 marzo 2018; successivamente - il 24 maggio 2018 - il Consiglio di stato aveva espresso parere interlocutorio, sospendendo l’emissione del parere in attesa dell’espletamento degli incombenti istruttori. A seguito delle integrazioni e delle spiegazioni fornite dall’Ufficio Legislativo del Ministero dell’Ambiente, il Consiglio di stato ha espresso quindi parere conclusivo favorevole allo schema di decreto.

Le novità del nuovo regime F-gas interesseranno prevalentemente le attività proprie degli impiantisti, ma anche degli autoriparatori e i riparatori di elettrodomestici. A questo punto il decreto sembra proprio prossimo all’emanazione.

A completamento della disciplina sugli F-gas, oltre al decreto sanzioni, rimane la definizione degli schemi di accreditamento presso Accredia ai quali la Confederazione presta la massima attenzione.

 

SFOGLIA ON LINE

 

CARTA SERVIZI 2016

ESPORTIAMO

banca del monte di lucca