Bonus verde, alcuni chiarimenti dell'Agenzia delle entrate

PISTOIA - Dall'Agenzia delle entrate, arrivano alcuni chiarimenti sull'utilizzo del Bonus verde, la legge firmata, tra gli altri, dall'ex deputato pistoiese Edoardo Fanucci.

Il Bonus prevede una detrazione fiscale del 36% della quale possono usufruire i privati che decidono di intervenire nel verde, con un tetto massimo di spesa pari a 5 mila euro.
L'Agenzia delle entrate, interpellata da Confartigianato Imprese, ha fornito numerosi chiarimenti sull'intervento in questione che elenchiamo di seguito.
Possono essere portate in detrazione spese di aree scoperte private e condominiali di edifici esistenti comprese per pertinenze, recinzioni, impianti di irrigazione, realizzazione di pozzi, coperture a verde e giardini pensili; ci rientrano anche le spese di progettazione se annesse a questi interventi.
Il contribuente può rivolgersi a fornitori diversi per l'acquisto di alberi, piante, e specie vegetali varie per la realizzazione dell'intervento purché quest'ultimo sia complessivo.
Possono rientrare nel bonus verde gli interventi mirati al buono stato vegetativo, alla difesa fitosanitaria di alberi secolari, alla realizzazione di fioriere e allestimento a verde permanente di balconi e terrazzi.
Infine, per potere fruire della detrazione non dovranno essere inseriti in fattura i riferimenti normativi fermo restando che la descrizione dell'intervento consenta di ricondurre la spesa sostenuta tra quelle agevolabili.
Per ogni ulteriore informazione è possibile contattare il coordinatore provinciale di Confartigianato Imprese del Verde Pistoia, Massimo Bianchi. Tel 0573 937886 - e.mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

SFOGLIA ON LINE

 

CARTA SERVIZI 2016

ESPORTIAMO

banca del monte di lucca