Urgente ricostituire l'Albo Autotrasportatori

PISTOIA - A un mese dalla scadenza del Comitato centrale dell'Albo degli autotrasportatori, il ministro dei Trasporti non ha ancora firmato il Decreto di ricostituzione.

E altri importanti provvedimenti sono in attesa di firma ministeriale. L'8 aprile 2018 è scaduto il mandato del Comitato centrale dell'Albo Autotrasportatori e dalle informazioni sarebbero terminate le procedure interne per il suo rinnovo, compresa l'istruttoria sulle richieste di partecipazione giunte dalle associazioni degli autotrasportatori che hanno diritto a essere rappresentate nell'organismo di governo. Ma per nominare il nuovo Comitato centrale ci vuole un DM del ministro dei Trasporti, di cui non c'è traccia.

Il Comitato centrale in scadenza, può restare in carica come supplente al massimo per quaranta giorni, ossia fino al 19 maggio. Ne soffrirebbe soprattutto il Progetto Giovani, cioè l'aiuto offerto ai giovani che vogliono conseguire le patenti superiori: ha già il finanziamento, ma ci vuole un Comitato centrale operante per erogarli. L'altra importante risorsa gestita direttamente dall'Albo, il rimborso dei pedaggi autostradali, in quanto non sono in corso quelli per il 2017. Procede anche il controllo sulla regolarità delle imprese, che spetta alle strutture provinciali. In questa fase si verifica il rapporto tra veicoli dell'azienda e autisti assunti. Indipendentemente dall'Albo, restano sospese altre importanti questioni: la firma del Decreto sui contributi alla formazione del 2017, la ripartizione delle risorse del 2018 e l'avvio del parternariato della logistica e dei trasporti.

 

 

SFOGLIA ON LINE

 

CARTA SERVIZI 2016

ESPORTIAMO

banca del monte di lucca