Bonus verde, Confartigianato Imprese Pistoia: “Riconosciuto un settore spesso dimenticato”

PISTOIA - È grande la soddisfazione di Confartigianato Imprese – e della neonata categoria dei “Manutentori del Verde” guidata a Pistoia da Giancarlo Mannini – sul “Bonus del verde”.

A parlare del nuovo incentivo – inserito nella legge di bilancio 2018 – è stato il primo firmatario del provvedimento, il deputato Pd e vicepresidente della Commissione bilancio della Camera Edoardo Fanucci:

“La norma è molto semplice – ha spiegato Fanucci – e consiste in una detrazione fiscale del 36% rivolta ai privati che decidono di intervenire nel verde, con un tetto massimo di spesa pari a 5 mila euro”.

È la prima volta che in Italia viene applicato un provvedimento del genere, ed è per questo che lo sgravio sarà valido in via sperimentale per un anno. “Avremmo voluto una durata più ampia e soglie di spesa più alte – ha sottolineato il deputato Pd – ma crediamo che questo sia un ottimo punto di partenza”.

Ma il bonus verde in realtà, porta dietro una lunga serie di benefici non solo per chi opera direttamente nel settore, ma anche per l'indotto. Stimo parlando di tutto ciò che ruota attorno alla realizzazione di giardini e spazi verdi, cioè impianti elettrici, di illuminazione e di irrigazione. Ma l'aspetto senza dubbio più importante è che c'è – per la prima volta a livello normativo – il riconoscimento di una figura professionale, quella del manutentore del verde.

“Questo bonus ci riconosce come categoria – ha ribadito Cristiano Reali – presidente dei manutentori del verde in Toscana. Nel nostro settore infatti, c'è molto abusivismo e un incentivo del genere può servire a creare nuova occupazione, far emergere il nero e combattere l’evasione fiscale”.

Parlando di numeri – ha detto Giancarlo Mannini – stiamo parlando di un settore, quello florovivaistico, che in Italia conta 30 mila aziende con 2,5 miliardi di fatturato. A Pistoia e in provincia un provvedimento del genere avrà un impatto su almeno 1.500 aziende e almeno 5.500 addetti”.

 “Come Confartigianato Imprese Pistoia – ha detto il presidente dell'associazione Simone Balli – siamo felici del risultato raggiunto. Con Edoardo Fanucci – che ringrazio per quanto fatto fin qui – abbiamo lavorato fianco a fianco per tre anni, ed alla fine siamo arrivati ad ottenere quanto da tempo molte imprese ci chiedevano. Le ricadute sul Le ricadute sul sistema saranno molte, non solo per quanto riguarda lo specifico settore del verde, ma anche in altri settori, come ad esempio quello dell'impiantistica”.

SFOGLIA ON LINE

 

CARTA SERVIZI 2016

ESPORTIAMO

banca del monte di lucca