Moda, tessile, calzaturiero. Position paper su schema decreto sanzioni etichettatura

ROMA - È stato presentato alle Commissioni Giustizia e Attività produttive della Camera un position paper sullo schema di Decreto legislativo che introduce sanzioni per la violazione delle disposizioni europee sull’etichettatura dei prodotti tessili e calzaturieri.

Il provvedimento è di grande interesse per le imprese dei Settori del Tac perché introduce finalmente – dopo molti anni dalla emanazione della Direttiva 94/11/CE e del Reg. UE 1007/2011 – la disciplina sanzionatoria per le violazioni dell’etichettatura dei prodotti calzaturieri e tessili, che rivestono un ruolo chiave nella nostra economia in termini di Pil, occupazione, e quote di mercato interno ed export. Il provvedimento in esame rappresenta un passaggio essenziale nel completamento della disciplina, poiché introduce gli aspetti sanzionatori riferiti alle violazioni dei provvedimenti citati, rivelandosi uno strumento fondamentale sia per rafforzare la tutela del consumatore – sempre più esposto ai rischi del mercato globalizzato e low-cost e senza una effettiva tutela in ordine alle caratteristiche tecniche del prodotto – sia per tutelare gli imprenditori nell’ottica della valorizzazione delle produzioni “Made in Italy” ancorate alla esaltazione e alla trasparenza delle caratteristiche produttive e dei materiali impiegati. Per questo è necessario che gli operatori possano contare su uno strumento legislativo che contenga ogni riferimento funzionale alla corretta declaratoria dei requisiti tecnico/produttivi e alla sicurezza e alla sostenibilità ambientale verso i consumatori, al fine di permettere a chi investe e produce in UE e in Italia – contribuendo alla crescita del nostro Paese – di avere un quadro normativo il più chiaro ed efficace possibile.

 


SFOGLIA ON LINE

 

CARTA SERVIZI 2016

ESPORTIAMO

banca del monte di lucca