Pulitintolavanderie. Al via il confronto col Ministero dell’ambiente per gli scenari post solventi clorurati

ROMA – Il presidente di Confartigianato Pulitintolavanderie Carlo Zanin, il responsabile Guido Radoani, il responsabile confederale del settore Ambiente ed economia circolare Giorgio Russomanno e Andrea Saviane, funzionario di Confartigianato Veneto, hanno incontrato il dott. Riccardo Rifici e la dottoressa Alessandra Mascioli del Ministero dell’ambiente.

Obiettivo principale dell’incontro, quello di intraprendere un percorso condiviso che porti a un sistema premiante per le imprese che si impegnano ad adottare soluzioni tecniche a minor impatto ambientale rispetto all’uso dei solventi clorurati, ancora oggi utilizzati dalla maggior parte degli impianti della categoria.

Nell’incontro si è proposta una riflessione da condividere con tutti gli attori pubblici e privati, interessati e coinvolti (associazioni di categoria, enti ed istituzioni, centri di ricerca, ecc.) ed in primis con il Ministero dell'ambiente ed il Ministero dello sviluppo economico, che conduca ad avviare un tavolo di confronto per condividere l'obiettivo generale ed individuare e favorire la messa a punto di soluzioni alternative abbinate ad incentivi e minori adempimenti ambientali per le imprese che intendono investire in nuove macchine che utilizzano detergenti di nuova generazione.

 


SFOGLIA ON LINE

 

CARTA SERVIZI 2016

ESPORTIAMO

banca del monte di lucca