Arts&Crafts, tante sorprese in arrivo: cambia l'allestimento, arriva il gusto

PISTOIA – Tante novità nell’edizione 2016 di Arts&Crafts, il Salone dell’artigianato allestito nella Cattedrale dell’area ex Breda dal 27 al 27 novembre prossimi, promosso da Confartigianato Pistoia e Cna, con la collaborazione di Artex Toscana.

Una di queste, è l’arredamento interno della rassegna. Lungo il percorso della mostra, un gigantesco pacco dono con tanto di porta d’accesso invita ad entrare in una sorta di minisala cinematografica. Dentro, immagini, suoni, colori, musica, tutto riporta alla magia del Natale, declinata però sul tema dell’arredo e del design d’interni. Immagini inedite, frames di film famosi e di cartoni animati, spezzoni audio compongono uno scenario piacevole e leggero. Lo stesso che assicura il servizio “SOS Arredo”, lo sportello con il Consiglio dell’esperta offerto gratuitamente da Interni Mood 039 e rivolto al visitatore di Arts&Crafts.

La Bottegaia e una costellazione di golosità. Lo scopritore di talenti di bontà golose è ad Arts&Crafts con una selezione di artigiani del gusto emblematici della Toscana più buona.

La famiglia Savini, una famiglia toscana che in tutto il mondo vuol dire tartufi. Eccellenza assoluta, nella ricerca, nella selezione, nella produzione. Prodotti sempre uguali nello standard di qualità assoluta eppure sempre diversi così come la natura.

La Fattoria Betti sulle colline pistoiesi, un outsider del vino con una affascinante cantina in stile Liberty e un vino in particolare, il Prunideo, che è un autentico fuoriclasse dalle prestazioni sempre al top, annata dopo annata.

Claudio e Claudia Pistocchi: è loro il cioccolatino a misura di torta Il sogno di ogni goloso gourmet. Questo è la torta Pistocchi, quintessenza del grande cioccolato. Concettualmente semplice ma straordinariamente pregiata come una costellazione di premi internazionali conferma.

E infine, la Pasticceria Bonci di Montevarchi con il panettone “ubriaco” o panbriacone, un panettone artigianale a lievitazione naturale, bagnato con un mix di vini passiti e con all’interno uva sultanina e uva di Corinto.

Un gelato ad Arts&Crafts. Una vera sorpresa che sarà presentata la settimana precedente l’apertura del Salone. Lo creeranno esclusivamente le gelaterie di alta qualità della città, lo presenteranno sabato 19 novembre e lo metteranno in vendita nelle gelaterie di Pistoia sette giorni prima dell’apertura del Salone dove poi si potrà degustare nei tre i giorni della mostra.

Laboratori di pasticceria, sartoria e di convivialità. Venerdì 25 novembre alle 16, è possibile impastare, cuocere, servire i biscotti della tradizione pistoiese con incursioni in quella marocchina. Il sabato pomeriggio alle 16 invece, in agenda il cucito creativo: sarà possibile realizzare un’idea per una decorazione natalizia fatta a mano usando esclusivamente materiali di recupero: un cuore in panno imbottito rifinito con punto filza.

Il Salone. Per tre giorni la Cattedrale diventa il luogo dell'arte e dello stile del vivere, un concept nuovo all'insegna del gusto, del saper fare, del migliore artigianato artistico e dell'innovazione. Un weekend tra oggetti d'autore, curiosità, design emergente, pezzi unici. Una rassegna che quest'anno fa della città una capitale ed un gioiello anche per l'artigianato di qualità, una punta di diamante in un territorio tra i più versatili della Toscana hand made. Tanti i settori in mostra: arte tessile, arredo e design, vivaismo d'interni, fashion e accessori moda, tavola, food e food design e molto altro.

Tre giorni in cui la creatività invade la città e si concentra nella Cattedrale, una vera e propria fattoria creativa dove l'artigianato si fa stile e spesso anche arte e Arts&Crafts diventa il posto giusto anche per scoprire novità ed acquistare oggetti e regali in occasione del Natale alle porte.

Due i percorsi principali della manifestazione: Lo stile del vivere - un vero e proprio viaggio nelle produzioni dell’artigianato artistico pistoiese, toscano e non solo, di alto livello qualitativo. Dall’arredo all’accessorio moda, dalla biancheria per la casa ai bijoux, in mostra il meglio della creatività degli artigiani del territorio, con prodotti originali per tecniche di lavorazione, forma e materiali.

La creatività a tavola. Un intero padiglione dedicato al mondo della tavola: dai prodotti agroalimentari agli utensili e attrezzature per la cucina agli oggetti per la preparazione di una tavola “a regola d’arte”. Un tuffo nella cultura enogastronomica con un occhio attento allo stile, al buon gusto e alla creatività.

Tra gli oltre 100 espositori di Arts&Crafts nel padiglione 1 spicca un'area mostra collaterale con i "fondamentali" diremmo, della creatività artigianale: la Galleria dell'artigianato artistico della Toscana. Qui l'atmosfera che si respira è quella dell'arte e della bellezza tra innovazione e tradizione.

Si tratta della summa delle arti decorative attuali, le "firme", potremmo dire, di una Toscana rigorosamente del “fatto a mano”, quelle stesse che dal Rinascimento ad oggi hanno fatto di questa terra una meta per estimatori e collezionisti di stile. Un'atmosfera più rarefatta, un allestimento di design, luci soffuse e punti luminosi ad hoc su oggetti provenienti da oltre 60 atelier-laboratori, in molti casi pezzi unici o piccole serie spesso numerate di straordinaria manifattura e assolutamente senza tempo da godere come vere e proprie opere d'arte.

Accanto ai maestri anche le giovani promesse, o comunque gli emergenti, 10 giovani imprese delle industrie creative toscane selezionate sulla base in un bando a livello regionale e nazionale e che in mostra testeranno la propria idea con il pubblico al quale è riservata l'anteprima sulla nuova produzione.

Parallelamente all'esposizione, Arts&Crafts, Salone dell'artigianato in versione Millennial, ha in calendario appuntamenti, incontri, animazioni, corsi, show cooking, degustazioni, iniziative di richiamo per addetti ai lavori come per appassionati e curiosi.

Tanti anche i percorsi tematici nel centro storico, a cominciare da quella passeggiata che ogni visitatore è invitato a fare proprio nelle "vie dei mestieri", quelle sinuose stradine dai nomi emblematici a due passi da piazza Duomo, tra le piazze più affascinanti d'Italia, spazio che offre splendide architetture sacre e civili.

Senza dimenticare le passeggiate verdi tra i magnifici giardini formati dagli innumerevoli vivai di piante ornamentali per i quali Pistoia e il pistoiese rappresentano un'eccellenza nel mondo e che circondano la città murata immersa in uno scenario di valli e colline, esempio unico di città in cui arte e natura si bilanciano mirabilmente.

Ma non è l'unico spunto per un “Dentro/Fuori Salone” fitto di occasioni: in mostra per esempio ci sono dei percorsi di degustazione con artigiani del gusto selezionati secondo criteri di originalità e creatività, ma i percorsi golosi si ritrova anche dal vero tra le piazzette e ad ogni angolo del centro storico dove non c'è che l'imbarazzo della scelta con chef e maestri pasticceri al lavoro e che durante i giorni del Salone propongono aperitivi, menù a tema e offerte pensate proprio per la rassegna.

Ma il “Fuori salone” comincia già all'interno di Arts&Crafts con l’angolo di ARTour - l'artigianato artistico locale: il sito/mappa on line con informazioni e dettagli su 100 itinerari integrati fuori dalle guide composti di laboratori e botteghe dell’artigianato artistico, musei diffusi, ristoranti di autentica tipicità e una rete di agriturismi per scoprire una Toscana su misura e spesso segreta dove fare shopping d'autore anche oltre il Salone pistoiese. Basterà avvicinarsi e un sistema interattivo creerà l'itinerario personalizzato.

Ricordiamo che la rassegna è promossa in collaborazione con il Comune di Pistoia, la Provincia di Pistoia e con il contributo della Camera di commercio di Pistoia e della Fondazione Cassa di risparmio. Arts&Crafts 2016 ha il Patrocinio del Comune di Pistoia, della Provincia e della Regione Toscana.

 


SFOGLIA ON LINE

 

CARTA SERVIZI 2016

ESPORTIAMO

banca del monte di lucca